Attività e Impianti

Il Pozzo

I pozzi mettono in comunicazione il giacimento con gli impianti di superficie e rappresentano i punti di iniezione/prelievo mediante i quali è movimentato il gas di stoccaggio. La realizzazione di un pozzo di stoccaggio inizia con la perforazione; in questa fase, partendo da piazzole denominate cluster, viene via via perforata la roccia sino al raggiungimento della zona sommitale del giacimento. Terminata la perforazione, il pozzo è rivestito con un tubo di acciaio denominato casing e cementato su tutto il suo sviluppo. Internamente al casing viene disposto il tubing, una tubazione in acciaio che permette il transito controllato di gas, tra la superficie ed il giacimento.

Un integrato sistema di sensori consente di monitorare in modo continuativo i parametri di iniezione ed erogazione come portata, pressione e temperatura. Anche il giacimento è tenuto sotto controllo mediante i cosiddetti pozzi spia e attraverso misuratori all’avanguardia dotati di fibra ottica, appositamente installati a fondo pozzo. L’elevato sistema di automazione consente di gestire i pozzi e tutte le fasi di stoccaggio in piena efficienza e sicurezza.